Sappiamo ciò che siamo
ma non quello che potremmo essere.

Sappiamo ciò che siamo, ma non quello che potremmo essere.

Quando andare dallo Psicologo?

Nell’arco della propria vita tutti noi possiamo avere momenti di sofferenza, in cui ci sentiamo angosciati, inadeguati, indifesi, senza speranza per il futuro.

Quando con il trascorrere delle settimane e dei mesi la sofferenza non passa o addirittura peggiora creando delle limitazioni o dei blocchi nella vita di tutti i giorni, nelle relazioni sul lavoro, con gli amici o i familiari, potrebbe essere arrivato il momento di chiedere l’aiuto di uno psicologo.

Se si vive un periodo di blocco, di malessere, è normale volersi prendere cura della propria salute mentale tanto quanto è normale andare dal medico per la propria salute fisica.

Auto convincersi di potercela fare da soli può diventare e rischia di aggravare la situazione.

Lo Psicologo è un Professionista

In quest’ottica, rivolgersi allo psicologo significa quindi richiedere l’intervento di un professionista, esperto in materia, che con il proprio lavoro vi aiuterà a trovare la vostra strada, attraverso lo sviluppo di una maggior conoscenza di sé e di una maggior autoconsapevolezza.

Lo strumento principale che viene tipicamente impiegato dallo psicologo è il dialogo, la parola, all’interno di una relazione basata sulla cooperazione i cui obiettivi vengono reciprocamente condivisi e co-costruiti dalla coppia.

Ecco perché il colloquio con il professionista non può essere paragonato a quello che si può intrattenere con un familiare o con un conoscente: la conversazione con lo psicologo è costantemente regolata da quest’ultimo sulla base di criteri precisi e scientificamente rigorosi, mirati all’obiettivo.

Per questo motivo, spesso lo psicologo ricorre all’uso di tecniche specifiche, scelte in base al contesto e alla situazione, e di esercizi proposti al cliente, coerenti con l’impostazione teorica e l’orientamento terapeutico di riferimento.

Il rispetto più profondo nei confronti del paziente è sempre alla base di ogni intervento psicologico, ed è garantito e disciplinato dal codice deontologico.

Se vuoi iniziare un percorso di sostegno o cambiamento, se ritieni utile un confronto o vuoi semplicemente chiedermi un consiglio o un parere, qui trovi tutti i miei recapiti.

L'atteggiamento assunto dallo Psicologo è empatico, , non giudicante.

Vuoi prendere un appuntamento?